CUCINIAMO SANO! - BLOG - UNA NUTRIZIONISTA PER AMICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

CUCINIAMO SANO!

Pubblicato da in BUONE ABITUDINI ·
È risaputo: una corretta alimentazione inizia dalla scelta dei cibi, che devono essere freschi e degli ingredienti, che devono essere di qualità (anche se io non demonizzo il prodotto surgelato né quello congelato, infatti ve ne ho parlato nel mio ultimo articolo: se non lo avere ancora letto, lo trovate QUI).

Quando li cuciniamo però, questo non basta, perché se vogliamo conservare le loro proprietà nutritive dobbiamo scegliere il metodo di cottura adatto. Altrimenti tanto vale acquistare i primi che capitano!

Quando li cuociamo infatti, aumentiamo la loro digeribilità, distruggiamo le sostanze nocive che contengono, eliminiamo virus e batteri,  ma purtroppo disperdiamo anche le vitamine ed i sali minerali che contengono. In più rischiamo anche di favorire la formazione di sostanze tossiche, soprattutto se usiamo certi metodi di cottura come la frittura e la cottura alla piastra.

Se vogliamo ottenere il meglio dal cibo che acquistiamo, non possiamo pensare di occuparci solo di sceglierlo, ma dobbiamo anche cuocerlo nel modo corretto!
Quindi, ecco la classifica dei metodi di cottura da preferire.

LA COTTURA A VAPORE
Esiste da secoli e appartiene alla tradizione orientale. Grazie all’enorme diffusione dei ristoranti cinesi e giapponesi è entrata nelle nostre cucine, diventando anche una nostra abitudine.

È un metodo di cottura che si adatta a tanti alimenti:  verdure, pesce, carne bianca e perfino ravioli o pasta ripiena.
In commercio si trovano piccoli elettrodomestici specializzati per questo tipo di cottura, ma sono facilmente sostituibili con dei semplici cestelli forati: messi sul fondo di una pentola, riempita d’acqua solo fino a toccare la superficie del cestello e non del cibo, permettono di cuocere al vapore senza che si acquistino strumenti appositi.

È proprio la mancanza di contatto tra cibo e acqua che aiuta a preservare i valori nutrizionali degli alimenti, soprattutto sali minerali e vitamine idrosolubili, perché l’alimento viene cotto dal vapore che lo avvolge!

Unico difetto? Le tempistiche piuttosto lunghe!

LA PENTOLA A PRESSIONE
Anche in questo caso il cibo viene cotto col vapore, ma grazie alla chiusura ermetica del coperchio la pressione e la temperatura interna aumentano ed i tempi di cottura si dimezzano.

Una valida alternativa alla classica pentola a pressione è il MULTICOOKER, che tra gli altri include anche la cottura a pressione con il vantaggio però di mantenere costante la temperatura, di ridurre ulteriormente i tempi di cottura e di preservare il valore nutritivo dei cibi.

Ovviamente nella nostra classifica non può mancare la…COTTURA AL FORNO

E’ sicuramente un metodo molto utilizzato, perché permette di cucinare diversi alimenti in modo sicuro e facile.  
I forni elettrici di oggi, hanno mille funzioni in grado di mantenere uniforme la temperatura interna e di permettere così una cottura omogenea dei cibi.

Proprio questo calore favorisce la formazione di una crosta sulla superficie dell’alimento, che aiuta a trattenere la maggior parte delle sostanze nutritive.

COTTURA AL MICROONDE
È un grande aiuto in cucina, non ci sono dubbi! È considerata sicura, a patto che si rispettino alcune regole di base.
Per un uso corretto è fondamentale utilizzare contenitori idonei e non riscaldare più volte lo stesso alimento.

Preserva i valori nutritivi degli alimenti, non danneggia le vitamine e ossida meno i grassi, rispetto alla cottura tradizionale in più è davvero rapida!

Col microonde potete scaldare, scongelare e cucinare.

Ora non vi resta che scegliere il metodo di cottura più adatto a voi, sapendo che sono tutti sani!



Torna ai contenuti | Torna al menu