02/2017 - UNA NUTRIZIONISTA PER AMICA - Il Blog - UNA NUTRIZIONISTA PER AMICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lo psicologo

Pubblicato da in COLLABORAZIONI ·
Tags: PsicologoCollaborazioniNutrizionistaDietaDCA
Lo ammetto: per diverso tempo ho pensato che non fossero di aiuto.

Questo perchè pazienti diversi, come età e sesso, mi riferivano spesso la stessa perplessitá ed insoddisfazione.
Chi mi riferiva che le sedute erano semplici monologhi, chi mi diceva che non aveva riceuto l'aiuto che si aspettava, perché il suddetto terapeuta non gli aveva spiegato il motivo del comportamento che aveva assunto da tempo e per il quale si era rivolto a lui. Puoi ben immaginare la mia delusione.

A chi mi sarei potuta rivolgere in caso di necessità? Posso davvero essere di aiuto nel gestire diverse situazioni emozionali, correlate al cibo, ma a volte non è possibile prescindere dall'appoggio di uno psicologo. Ebbene, grazie all'incontro con la Dott.ssa Valentina Carretta (Psicologa Iscritta all'Albo Psicologi Lombardia nr. 03/15530, sito www.dottoressacarretta.it), ho compreso meglio come funziona la psicologia e, soprattutto, il percorso di cura con questo tipo di terapeuta.

Innanzitutto, come ogni specialista, è necessario trovare quello adatto a noi. Non solo in termini empatici, ma soprattutto come approccio. Non tutti gli psicologi affronteranno i tuoi problemi allo stesso modo. Questo per via della corrente di pensiero a cui fanno riferimento ed a seconda del fatto che lavorino o meno su loro stessi, perchè non portino la loro personale esperienza in seduta con te.

Detto in parole semplici: uno psicologo responsabile non ti imporrà mai un suo pensiero e non farà mai riferimento alla sua esperienza, consigliandoti cosa fare. Piuttosto ti porterà a capire cosa ti ha portato ad agire in un certo modo, ad avere quello stato d'animo che ti ha spinto a rivolgerti a lui. Una volta compreso questo, cioè la causa prima del tuo disagio, ti porterà a rielaborarla fino a trovarne una soluzione. Non ti dirà ciò che dovrai fare, non ti imporrà una sua idea, non ti spieghierà il perchè del tuo disagio basandosi sulla sua esperienza personale. Facendo così rischierebbe solo di danneggiarti. Deve piuttosto aiutarti a maturare un cambiamento, che tu possa vivere dentro di te in prima persona.

Ti faccio un esempio pratico, che forse ti aiuterà a capire appieno ciò che sto dicendo. Mettiamo che tu abbia necessità di perdere o prendere peso, che tu te ne sia accorto da tempo, ma non hai mai maturato la decisione di rivolgerti ad un professionista del settore. Ecco, se ti trovassi in quella situazione e qualcuno ti imponesse di andare da un nutrizionista, tu ci andresti? Se si, come pensi che affronteresti questo percorso e anche solo la prima visita? Se poi il nutrizionista fossi io ed avessi deciso (cosa non da me!) di importi i miei gusti, di farti mangiare ciò che piace a me, di costringerti a fare attività fisica pur sapendo che non ti piace, come pensi che affronteresti questo percorso?

Ti dico come reagirei io, al tuo posto? Mollerei il colpo. Non mi sentirei ascoltata, nè seguita e forse neppure rispettata. Con buone probabilità, non solo non tornerei più dal nutrizionista, ma non accetterei più consigli da chi mi ha imposto di andarci. Da quel momento in poi farei l'esatto opposto! Sai perchè? Prima cosa quella visita mi è stata imposta, da chi sicuramente mi vuole bene ma non ha capito che non sono pronta. Seconda cosa perchè il percorso non è stato adattato a me, alle mie esigenze, ai miei gusti. L'insieme di tutto questo mi porterebbe a reagire, a ribellarmi ad un qualcosa che comunque io non avevo scelto di fare.

In psicanalisi è la stessa identica cosa. Non ti si può costringere a rivolgerti ad uno psicologo. Qualora decidessi di iniziare un percorso con lui, non ti dovranno essere imposte delle idee nè delle decisioni. Queste dovrai maturarle ed elaborarle tu, con l'aiuto dello psicologo. Il suo compito è quello di condurti verso la soluzione, senza indicartela nè importela.
Così come il mio compito è condurti verso il corretto stile di vita, assecondando le tue necessità e insegnandoti a gestirle al meglio.

Quindi, così come è giusto che tu trovi il nutrizionista adatto a te, è altrettanto importante che tu trovi lo psicologo adatto alle tue esigenze. Non smettere quindi di cercare!




E' obbligatorio avere uno schema alimentare da seguire?

Pubblicato da in IL PERCORSO NUTRIZIONALE ·
Tags: NutrizioneDimagrimentoUNPA
Torna ai contenuti | Torna al menu