FAQ - UNA NUTRIZIONISTA PER AMICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI SONO

SE SEI ARRIVATA SU QUESTA PAGINA, FORSE E' PERCHE' SENTI IL BISOGNO DI SAPERNE DI PIU'.
SAPPI CHE TI CAPISCO MOLTO BENE: AL POSTO TUO FAREI LO STESSO.

Quando si pensa al proprio benessere si sente il bisogno di conoscere meglio la persona a cui ci si rivolge.
Se non si può fare riferimento al parere di un'amica, che magari si è rivolta per prima a quel professionista,
da qualche parte bisogna pure attingere delle informazioni. No?

Ecco perchè ho pensato di raccogliere tutte le domande che mi vengono poste: SPERO POSSANO AIUTARTI.
Ricordati che, se hai altre domande che non trovano risposta tra quelle riportate qui sotto,
puoi contattarmi via mail: appena possibile ti risponderò!


* QUALE METODO USA?
Non uso un metodo preciso, piuttosto uso un approccio. Questo significa che ogni percorso è a se stante e non paragonabile a quello di un'altra persona. Non parlo della semplice dieta, ma proprio di come si svolgerà il percorso in se.
Alcune persone potranno ricevere uno schema alimentare, altre delle sole linee guide, altre ancora una correzione passo passo che le guidi verso lo stile alimentare più corretto per loro, altre ancora saranno prima aiutate a risolvere certe problematiche emerse durante il primo colloquio (esempio la stitichezza, l'acidità di stomaco, l'irregolarità intestinale,...), prima di modificare davvero la loro alimentazione.
Insomma non si tratta di un semplice foglio in cui è riportato un menu da seguire alla lettera, ma di un vero e proprio percorso di cambiamento!


* COSA INCLUDE LA PRIMA VISITA?
Permettimi di non fare un semplice elenco, ma piuttosto lascia che io ti descriva come si svolge.
Sostanzialmente si tratta di una bella chiaccherata. Tieni presente che sono qui per aiutarti e non per giudicarti o sgridarti. Il percorso nutrizionale è un cammino che si fa in due, uno a fianco dell'altra.
Io per prima ho avuto delle difficoltà, sia in termini di peso che in termini di salute (soffro di ovaio policistico e ho dovuto trovare la soluzione da sola), quindi so come ci si sente, sia rispetto a se stessi che verso gli altri.
Detto questo, ecco come si svolge la prima visita.
Prima di tutto cercherò di metterti a tuo agio. Se al primo contatto (telefonico, via mail o whats app) mi hai già raccontato qualcosa di te, partirò sicuramente da quello.
Altrimenti, dopo averti chiesto tutti i tuoi dati, ti farò la fatidica domanda: come posso aiutarti? (Eh si perchè posso farlo in diversi modi, non sono qui solo per farti perdere peso!)
Solitamente dopo questa domanda si apre un bel dialogo in cui la persona mi racconta il suo vissuto, oltre che le sue abitudini. A me serve infatti comprendere non solo il tuo stile alimentare, ma anche avere un'idea del tuo stile di vita, del percorso che hai fatto prima di venire da me, se hai già affrontato altre diete e quale è stato l'esito.
Molti rimangono perplessi di fronte a questa domanda, ma a me serve per inquadrare meglio la situazione. Non solo il tuo approccio verso questo tipo di percorso, ma anche come il tuo corpo ha reagito.
Se in una precedente esperienza non sei arrivato ad obiettivo, non è detto che sia colpa di errori che hai commesso tu. Anche noi professionisti possiamo sbagliare approccio e non guidare la persona nel modo corretto per lei, basta anche solo non essere in grado di metterla a suo agio! E poi ovviamente ci sono i problemi metabolici...quelli vanno messi in conto (non sono poi così rari) e soprattutto indagati, perchè altrimenti la persona non ha modo di capire dove sta l'errore, se poi di sbaglio si può parlare...
Tornando alla prima visita, dopo quella lunga chiaccherata, procedo col farti pesare e con l'analisi della composizione corporea (te ne parlo QUI). Questo esame mi serve per comprendere da cosa è composto il peso che abbiamo osservato sulla bilancia. Quel numero non è purtroppo sufficiente a capire cosa succede, settimana dopo settimana, mese dopo mese.
Abbiamo bisogno di maggiori informazioni, di dati più precisi. A volte infatti le persone vedono che il loro aspetto cambia, ma che il peso non scende proporzionalmente. Questo può succedere, per esempio, in caso di ovaio policistico oppure irregolarità intestinale.
Fatta questa analisi ti mostrerò i risultati e te li spiegherò. Sulla base di quanto emerso, ti proporrò il percorso più adatto a te. Se dovessero emergere problematiche intestinali, per esempio, ti consiglierò degli integratori specifici e ti darò appuntamento una volta finita la cura, per valutarne gli effetti. I consigli alimentari te li darò successivamente.
In altri casi, se non emergono problematiche particolari, ti consiglio l'approccio alimentare più adatto, non solo dal punto di vista metabolico, ma anche da quello emotivo.
Ti faccio un esempio: se mi racconti di aver sempre vissuto con ansia tutte le diete fatte in precedenza, perchè ti obbligavano a seguire un menu prestabilito e dettagliato, non ti proporrò un approccio simile ma piuttosto uno opposto. Questo potrebbe voler dire darti delle sole linee guida per aiutarti ad abbinare bene gli alimenti oppure delle piccole modifiche fornite passo passo, così da aiutarti a modificare il tuo stile alimentare secondo i tuoi tempi.


* I CONTROLLI CHE CADENZA HANNO?
Anche in questo caso ti dico che dipende dal tipo di percorso adatto a te. Se si tratta di risolvere qualche disturbo (digestivo, intestinale,...) la frequenza sarà studiata sulla base della cura consigliata, per poterne valutare l'efficacia.
Nel caso sia necessario perdere peso e la persona dimostri di avere la necessità do essesre seguita e supportata, potremmo pensare a visite settimanali oppure ogni 15 giorni.
In altri casi è sufficiente un incontro mensile ed in altri ancora una variazione tra una frequenza e l'altra, in base allo stato d'animo della persona.


* DURANTE LE VISITE DI CONTROLLO CI SI PESA E BASTA?
Eh no, non ci limitiamo al peso e ti dirò di più, non ci limitiamo neppure alla sola analisi corporea!
Da una vista all'altra sai quante cose possono succedere o cambiare? Qui non parliamo solo del numero che vediamo sulla bilancia, ma di te!
Quindi valutiamo ogni aspetto, anche quello emotivo! Quindi, ogni singolo appuntamento ha la sua importanza.
E, te lo dico subito, ne avrà ancora di più se non sarai riuscita a seguire le mie indicazioni, perchè comprenderne il motivo è fondamentale perchè tu impari a conoscerti ed a comprendere perchè certo risultati non arrivano!


* QUANTO COSTANO LE VISITE?
Così come mi differenzio nell'approccio, mi differenzio molto anche dal punto di vista economico.
Ogni itinerario ha delle sue peculiarità e differisce quindi molto dall'altro.
Di conseguenza la tariffa dipende dal percorso che sceglierai e quindi dalle tue necessità.


* SEGUI ANCHE BAMBINI?
Si, ma alla prima visita voglia incontrarmi solo con la mamma,
per capire meglio le dinamiche famigliari ed i motivi del sovrappeso del tuo bambino.
Il percorso alimentare deve essere di nostra competenza e non far sentire il tuo bambino o la tua bambina in punizione,
perchè non lo sono!

* POSSO ESSERE TUO PAZIENTE ANCHE SE SONO UN UOMO?
Si certo!


* MI DOVRO' SPOGLIARE?
No, non ti devi spogliare, anzi è proprio bene che tu non lo faccia.
Probabilmente ti sembrerà strano, ma non è utile al fine della visita e del risultato ed ora ti spiego il motivo.
Per prima cosa il peso assoluto (cioè quello più corretto, più preciso, più realistico) è quello misurato la mattina appena svegli, a digiuno, svestiti e nella stessa fascia oraria.
Quando venite in studio non siete di certo in quelle condizioni, quindi non ha senso che vi faccia svestire. Piuttosto preferisco che vi pesiate la mattina stessa dell'appuntamento, appena svegli, svestiti e a digiuno. In questo modo, di volta in volta, avremo il peso reale.
In studio però vi farò togliere i vestiti in eccesso (giacca, maglione, giubbotto,...) ma non vi farò svestire completamente. Primo perchè, come abbiamo detto, quello non sarebbe il peso vero e secondo perchè l'analisi corporea è indipendente dal peso.
Inoltre, l'esame richiede che non ci sia contatto tra gli arti ed il busto, per non compromettere la riuscita dell'esame. QUI trovate qualche dettaglio in più.


* MI DEVE PESARE?
Si, anche se il peso che osserviamo in studio non è quello reale, come ho spiegato qui sopra. Mi è utile per avere un'idea dell'andamento del peso.
Per favorire la precisione potrebbe essere utile vestirsi sempre allo stesso modo, così che le variazioni osservate siano davvero frutto della modifica corporea e non di eventuali capi di abbiagliamento in più o di una stagione diversa.
In alcuni casi consiglio di pesarsi la mattina stessa della visita, così da avere un valore più corretto, ma non è strettamente necessario.
Grazie all'analisi della composizione corporea noi saremo in grado di capire davvero cosa succede, indipendentemente dal peso che osserviamo sulla bilancia.


* DEVO VENIRE ALLA VISITA A DIGIUNO?
No, non è necessario a meno che noi non si sia concordato di effettuare un test capillare (per esempio un esame ormonale). Questo perchè l'esame della composizione corporea che effettuo in studio è vettoriale, quindi è studiato per annullare le variabili dovute all'assunzione di cibo.


* VORREI TANTO NON DOVER PESARE CIÒ CHE MANGIO...
Tranquilla, non sarà necessario a meno che per te non sia un modo per essere più tranquilla. Se invece pesare ciò che mangi ti mette ansia, to insegnerò a fare diversamente!
Non piacerebbe neppure a me dover pesare ciò che mangio, perchè con buona probabilità mi farebbe apparire la porzione più piccola di quello che è. È un po' come essere costretti a fare una cosa che non piace: mi piacerebbe ancora meno!
Quindi, dimenticati della bilancia: non è necessaria!


* VORREI TANTO PERDERE PESO, MA L'IDEA DI DOVER CUCINARE COSE DIVERSE MI SPAVENTA
In realtà non è necessario che tu prepari menu diversi per ogni componente della famiglia! Onestamente sarebbe un ostacolo alla felicità.
No no, dimenticati di stare ore in cucina, di cucinare menu diversi. Qui si lavora per la serenità, non solo per la forma fisica!


* LEI MI DARÀ UNA DIETA?
Come ho spiegato prima non è detto che lo faccia, tutto dipende da ciò che emergerà durante la prima visita. Nel caso si presentasse le necessità, si ti darò un menu settimanale.


* IN QUANTO TEMPO RAGGIUNGERÒ IL MIO OBIETTIVO?
Mi spiace deluderti, ma non posso risponderti. Piuttosto che deluderti dandoti una tempistica sbagliata, illudendoti che nel giro di 3 mesi sarai in perfetta forma (da qualunque punto di vista), preferisco non fare una valutazione numerica della durata del percorso.
Ti dirò di più e lo dico contro il mio interesse: se metti davanti a tutto il tempo che richiederà questo percorso, metti te stesso in ultimo piano. Tu sei più importante!
Vuoi perdere l'occasione di stare bene nella tua pelle, solo perchè non ti dico quanto tempo ci vorrà per arrivarci oppure perchè ti viene data una tempistica più lunga rispetto alle tue aspettative?
Permettimi di farti una domanda: è più importante il tempo o la tua serenità?
Pensaci...


* NON HO PROBLEMI DI PESO, MA NON STO BENE E AD OGGI NON SONO RIUSCITA A RISOLVERE I DISTURBI INTESTINALI CHE HO. LEI PUÒ AIUTARMI?
Certo! Come Biologo Nutrizionista posso aiutarti in tanti modo e per risolvere diversi problemi. Fame nervosa, acidità di stomaco, cattiva digestione, acne, psoriasi, colon irritabile, cefalea, ...
Piuttosto scrivimi e raccontami il tuo problema, così sarai sicura che sono la persona giusta per te!


* VORREI FARE IL TEST DELLE INTOLLERANZE. LEI LI FA?
Si ma non senza aver prima valutato la situazione. Perchè? Potrebbe non essere necessario oppure non essere il test adatto. Mi spiacerebbe farti spendere soldi per nulla, quindi preferisco che tu faccia prima una visita.
Mi sembra più corretto nei tuoi confronti.


* NE HO PROVATE TANTE E PRIMA DI PRENOTARE UNA VISITA VORREI ESSERE SICURA DEL RISULTATO...
Anche qui temo di doverti deludere. Le variabili coinvolte in un percorso dimagrante sono diverse. Non intendo dire che chi sbaglia sei sempre e solo tu. Anche noi professionisti possiamo male interpretare le vostre parole e non fare tutte le domande che il caso richiederebbe.
Permettimi anche di dirti che, se ne hai fatte tante e ad oggi sei alla ricerca di un professionista che ti aiuti, è perchè prima qualcosa non è andato per il verso giusto quindi sarà prima di tutto necessario capire cosa.
A volte si innescano dei problemi metabolici tanti da inibire qualunque risultato. Capisci quindi l'importanza di comprendere quale è stato il tuo percorso e quanto sia difficile garantirti un risultato, senza prima aver fatto le giuste valutazioni.


* IO MANGIO SEMPRE FUORI, SEGUIRE LA SUA DIETA SARÀ FATTIBILE?
Certo! Innanzitutto perchè non ti imporrò un menu rigido, ma ti insegnerò a scegliere.
Seconda cosa perchè insieme valuteremo le tue necessità e le tue difficoltà.


* LAVORO SU TURNI, LA CONTATTERÒ APPENA AVRÒ QUELLI DEL PROSSIMO MESE...
Se lavori su turni ed aspetti di averli per poi prendere appuntamento, corri il rischio di rincorrermi e basta.
Piuttosto, lascia che io ti dia due appuntamenti in una sola data (uno di mattina ed uno di pomeriggio): mi contatterai via messaggio, una volta che avrai ricevuto i turni, e mi dirai quale dei due appuntamenti è per te fattibile.
Non è più comodo? Altrimenti dovremo scriverci almeno una ventina di messaggi, prima di trovare una data in cui siamo disponibili entrambi!


* HO SCOPERTO DA POCO DI ESSERE INCINTA, MA VOLEVO TANTO INIZIARE UN PERCORSO DI DIMAGRIMENTO!
Puoi comunque iniziare un percorso nutrizionale, ma che abbia come obiettivo il contenimento ponderale, cioè che ti assicuri di non prendere troppo peso durante la gravidanza. La ricerca del dimagrimento, in questa fase, non è opportuna.


* LE CONSULENZE ONLINE SONO A PAGAMENTO?
Si, esattamente come quelle in studio. Non sarebbe rispettoso nei confronti dei pazienti che visito in studio nè, mi permetto di dirti, nei miei.


* A ME SPAVENTANTO I BEVERONI, LEI NON ME LI DARÀ, VERO?
Se intendi sostituti del pasto, facilmente reperibili online, senza consiglio di un professionista, sappi che non li apprezzo nè tanto meno li consiglio.


* L'ANALISI CORPOREA VIENE FATTA OGNI VOLTA?
Si perchè, come ti ho spiegato rispondendo alle domande precedenti, è fondamentale per capire come reagisce il tuo corpo.
Il solo peso non è sufficiente.


* MIA FIGLIA SOFFRE DI UN DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE E VORREI TANTO CHE LEI POTESSE AIUTARLA...
Mi occupo anche di persone che soffrono di un disturbo del comportamento alimentare, quindi posso aiutare anche sua figlia. È però importante che la ragazza vogli fare questo percorso e che non le sia imposto. Allo stesso modo è molto importante che venga seguita da uno Psicologo: in casi come questo e fondamentale un percorso multidisciplinare.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu