Menu Chiudi

E a me, quando ci penso?

Ti è mai successo di chiederti quando verrà il momento giusto, perchè tu possa prenderti cura di te stessa?

Immagino di sì, perchè succede a molte mie pazienti, tanto che alla prima visita esordiscono con “voglio fare qualcosa per me”.

COL TEMPO HO CAPITO

Che dietro questa affermazione c’è un mondo fatto di insoddisfazione, rinunce, convinzioni limitanti. A volte anche di cene in piedi e pranzi saltati.

Questo non solo per la convinzione di dover mangiare diversamente rispetto al resto della famiglia, per poter restare in forma, ma anche perchè noi donne abbiamo la tendenza a mettere gli altri davanti a noi.

SE INVECE PENSASSIMO UN ATTIMO

Al fatto che prenderci cura di noi stesse è un modo per prenderci cura degli altri, di stare bene nel nostro corpo e quindi anche con gli altri, forse agiremmo diversamente.

Ci prenderemmo cura della nostra alimentazione, così come curiamo quella della nostra famiglia.

INVECE, LA MAGGIOR PARTE DELLE VOLTE

Decidiamo che è venuto il momento di fare qualcosa per noi stesse e lo facciamo imponendo agli altri di mangiare come noi.

In pratica, fino a quel momento ci siamo sentite escluse dal menù famigliare e ne abbiamo sofferto, ora però abbiamo deciso che è venuto il nostro turno e sono gli altri che devono adeguarsi.

TI SEI CHIESTA FINO A QUANDO FUNZIONERÀ?

Pensaci bene, c’è sempre qualcuno che condiziona o è condizionato. Non sarebbe meglio cambiare prospettiva e vedere questo tuo percorso come un modo per prendersi tutti cura degli altri?

Dopo tutto, come dicevo qualche giorno fà su Instagram, la corretta alimentazione è interesse di tutti, non solo di chi deve perdere peso!

Infatti è il punto di partenza per restare in salute, prevenendo diverse patologie o limitandone gli effetti collaterali.

ORA TI CHIEDO…

Sei ancora convinta di dover aspettare il momento giusto?