Menu Chiudi

Il diario alimentare serve davvero per dimagrire?

Per dimagrire non ti serve il diario alimentare!

Tenere traccia di ciò che mangi è uno dei tanti modi che abbiamo trovato per aiutarti a perdere peso, ma non è l’unico e soprattutto preso da solo non è efficace.

Per quanto serva sia per scrivere ció che mangi, sia per prendere nota di come stai fisicamente dopo i pasti e di come ti senti emotivamente prima durante e dopo, ad oggi si è visto che non basta.

  1. TI FA SENTIRE SOTTO CONTROLLO

Infatti, mano a mano che passano le settimane, smetti di compilarlo in preda al nervoso. Vedere che non riesci sempre a seguire la dieta piuttosto che a scrivere ciò che mangi…perché a volte ti viene voglia di non metterlo nero su bianco oppure non hai proprio tempo di farlo…fa crescere dentro di te la voglia di fare l’opposto di quello che dovresti. Per cui molli. Abbandoni il diario e pure la dieta, col risultato che quel peso che forse hai perso lo riprendi e pure con gli interessi.

  1. TI FA CREDERE CHE LE QUANTITÀ SONO IL TUO VERO PROBLEMA

Perché quando lo compili regolarmente e vedi che il peso non scende, non hai altre spiegazioni se non questa!

Non hai le competenze per capire se ci sono altri motivi, in più il tuo medico ti ha detto che la tua tiroide funziona quindi capisci ancora meno perché non dimagrisci.

Anzi, inizi a pensare di essere sbagliata e molli tutto. Se invece sapessi che spesso dipende da come abbini i cibi, arriveresti al tuo obiettivo più serena…

  1. TI FA VEDERE SOLO I TUOI ERRORI

Ogni volta che lo compili, la tua attenzione è rivolta a ciò che hai sbagliato e non a tutte le nuove abitudini che sei riuscita a fare tue.

Inevitabilmente ti viene da pensare che sbagliare sia di per sé un errore, che non ci sia altro modo se non quello di seguire la dieta alla lettera e che gli sgarri sono il tuo vero problema. Ecco perché preferisco parlare di #divagazione…

Parti col cambiare un’abitudine alimentare!

Scegli l’abitudine alimentare che ti senti pronta a cambiare e datti un tempo massimo entro il quale cambiarla.

In quel lasso di tempo puoi prendere nota delle difficoltà che incontri, di come ti senti sia fisicamente che emotivamente.

Impara ad ascoltare la tua energia, a capire se dormi meglio, se durante la giornata hai meno sonnolenza, fai attenzione a cosa succede al tuo intestino: cerca di assaporare ogni minuto di quel cambiamento.

Chiediti anche come ti senti, nel profondo di te stessa. Cambiare un’abitudine alimentare per volta può sembrare un’azione inutile e farti sentire incapace, lontana dal tuo obiettivo e pure persa.

Compila il diario della consapevolezza!

Metti nero su bianco ogni successo e ogni difficoltà. Scrivi le tue emozioni, ogni tuo stato d’animo e condividilo con chi ti sta guidando in questo percorso nutrizionale. Ti aiuterà a conoscere te stessa e a farti conoscere da chi ti accompagna.

Personalmente non potrei mai lavorare con donne che non imparo a conoscere e dalle quali non mi faccio conoscere. Per questo adoro Instagram: mi permette di essere sempre vicina a loro e accompagnarle in questo bellissimo viaggio!