Il lievito alimentare

Il lievito alimentare è un lievito secco e disattivato. Pertanto non è utilizzabile per la preparazione di lievitati, piuttosto è un insaporitore. E’ preferibile consumarlo crudo perché in cottura tende a perdere i suoi benefici nutrizionali. E’ considerato un ottimo integratore alimentare per chi non consuma cibi di origine animale. Pertanto viene usato in sostituzione del formaggio grattugiato e consumato anche da chi è intollerante ai latticini (è perfetto anche per chi soffre di Colon Irritabile e Ovaio Policistico).

Come si produce il lievito alimentare

Le sue origini risalgono ai tempi degli egizi. In alcuni papiri già si parlava di un preparato a base di fondo di birra, miracoloso per la salute. In effetti è proprio con i residui della birra che si produce questo lievito, composto da colonie di funghi unicellulari.

Si ottiene dalla lavorazione del lievito di birra “basso”, tramite essiccazione istantanea a basse temperature o liofilizzazione. Entrambi i processi mantengono inalterate le sue proprietà nutrizionali.

Detto in breve succede più o meno così: per ottenere questo lievito è necessaria la coltura per diversi giorni di un fungo, della specie Saccharomycies cerevisiae del lievito di birra, in una soluzione di glucosio. Trascorso il tempo giusto, si procede alla disattivazione attraverso il calore dopodiché al lavaggio e alla essiccazione. Una volta pronto viene ridotto in scaglie o in fiocchi ed è così che si trova in commercio.

Le proprietà del lievito alimentare

E’ un prodotto a basso contenuto di grassi e di sodio, senza zuccheri aggiunti e nonostante venga fatto crescere in zucchero di canna o di barbabietola, non è dolce e non rappresenta una fonte di zucchero (quindi va benissimo anche per chi soffre di Insulino resistenza o Diabete e PCOS). E’ fonte di amminoacidi, enzimi, vitamine del gruppo B, fibre e ferro.

Lievito alimentare e capelli

1. Favorisce il benessere del tuo intestino

Il suo consumo ha effetti benefici sulla flora batterica intestinale e sulle difese immunitarie. Apporta una buona quantità di selenio e potassio. Grazie al suo elevato contenuto di vitamine, acido folico, minerali e aminoacidi contribuisce al miglioramento e al mantenimento della salute, della bellezza della pelle, delle unghie e dei capelli. Per quanto riguarda la pelle, aiuta in casi di acne, seborrea, eczema e foruncoli.

Vitamina B12

2. Non è ricco di vitamina B12

Spesso ed erroneamente c’è chi scrive che il lievito alimentare contenga la vitamina B12 e invece non è così. Contiene delle sostanze analoghe ma biologicamente inattive per il nostro organismo. In commercio però è possibile trovare alcuni tipi di lievito alimentare a cui questa vitamina viene aggiunta.

3. E’ una fonte di proteine vegetali

E’ un alimento ricco di proteine, 100 gr di prodotto ne contengono da 25 fino a 50 gr, una quantità nettamente superiore a quella della carne. E’ interessante notare la presenza di beta glucani che sono una fonte di fibre solubili in grado di abbassare il livello di colesterolo e dei trigliceridi nel sangue e migliorare la salute del cuore.

Candida

4. Fai attenzione se soffri di candidosi

Nonostante i molteplici benefici, il consumo di questo alimento potrebbe presentare qualche controindicazione. La principale riguarda le intolleranze e le allergie ai lieviti, che sono abbastanza diffuse. Poi deve fare attenzione anche chi soffre di candidosi, perché questi funghi si nutrono anche di lieviti. Ricordiamoci quindi di non eccedere con le dosi: 4-5 cucchiaini al giorno sono il giusto compromesso.

Come consumare il lievito alimentare

Come consumare il lievito alimentare

Il lievito alimentare si presta a molte ricette, il suo sapore è delicato e caratteristico degli impasti molto lievitati. Cerchiamo però di consumarlo crudo, al fine di non perdere le sue proprietà organolettiche.

Per questo scopo lo possiamo utilizzare spolverizzato su piatti caldi come pasta, minestre, riso, lasagne oppure su legumi come ceci, lenticchie, fagioli o verdura cotta. In alternativa su piatti freddi come insalate, verdure crude, salse, formaggi vegetali. Buonissimo anche come esaltatore di sapore nelle frolle salate, in questo caso però a discapito di gran parte dei suoi nutrienti.

Come scegliere il lievito alimentare

Dove comprarlo e come conservarlo

E’ un prodotto reperibile ormai un po’ dappertutto, sia nei negozi specializzati che nella grande distribuzione. Prima dell’acquisto però accertiamoci di comprare un prodotto di qualità, dando la preferenza al biologico.

Se possibile, optiamo per contenitori che non siano trasparenti perché la luce può ossidare il prodotto mettendone a rischio l’efficacia. Per lo stesso motivo, conserviamolo in modo adeguato, al riparo dall’umidità e lontano da fonti di calore.

Fammi sapere se questo articolo ti è piaciuto!

Scroll to Top
Torna su