Menu Chiudi

Ricette con le castagne

Questo articolo è dedicato alle ricette da preparare con le castagne, prima però vediamo insieme i metodi di cottura e scopriamo qualche utile suggerimento.

METODI DI COTTURA

Al forno, arrostite in padella e bollite.

Cotte sul fuoco sono speciali, ma se si vuole evitare di avere fumo in casa, si possono cuocere al forno ed ottenere ottimi risultati.

Innanzitutto è necessario procedere con un’incisione, un taglio orizzontale sulla parte bombata. Una volta incise, per ammorbidire la buccia e rendere più facile la sbucciatura, potete metterle in ammollo in acqua per una mezz’ora prima di metterle al forno. Dopodiché adagiatele su una teglia foderata con carta da forno bagnata e strizzata, infornate a forno caldo a 200 gradi per 30 minuti circa. Mi raccomando, rigiratele spesso.

Con lo stesso procedimento, incisione e ammollo, le castagne si possono cuocere in padella: ne esiste una apposita con il fondo bucherellato. Si usa sul fuoco vivo, avendo cura di girarle di continuo per uniformarne la cottura. Una volta pronte, è preferibile riporle in un sacchetto di carta, tipo quello del pane, e lasciarle raffreddare per una decina di minuti per poi gustarle ancora tiepide.

In padella si possono cuocere anche al sale, che assumerà la funzione di brace, senza far risultare salate le castagne. Bisogna creare uno strato di sale grosso di 3 cm, scaldarlo bene e adagiarvi sopra le castagne incise, con la parte bombata verso l’alto, facendole cuocere coperte per circa 25 minuti girandole a metà cottura. Prima di servirle ancora calde, mettetele in un canovaccio umido.

Passiamo ora alla bollitura, che è una preparazione molto semplice e che può variare in base agli aromi aggiunti all’acqua. Le castagne vanno lavate molto bene e messe in acqua fredda, lasciate cuocere per circa 40 minuti da quando l’acqua comincia a bollire, calcolando 500 grammi di castagne. A seconda dell’utilizzo che si decide di fare, si possono aromatizzare con i semi di finocchio, alloro, timo o salvia per la preparazione di cibi salati o con vaniglia e cannella per la preparazione di cibi dolci.

Se avete la pentola a pressione, vi permetterà di ridurre sensibilmente i tempi di cottura, circa la metà.

Un’interessante alternativa alle castagne è la farina adatta anche in questo caso a realizzare sia piatti dolci che salati, come crespelle, pasta fresca, gnocchi, pancakes, biscotti, pane, pasta frolla e tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce.

E ORA RECIPE TIME!

Risotto alle castagne

Ti serviranno per 4 persone: 350 gr di castagne, 300 gr di riso, 2 spicchi d’aglio, 2 foglie di alloro, 1 rametto di rosmarino, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, Olio extravergine d’oliva, Sape e pepe (q.b.)

Sbuccia le castagne e poi falle cuocere in una pentola con abbondante acqua e le foglie di alloro. Le castagne risulteranno pronte non appena diventeranno morbide. Una volta pronte, schiacciale con una forchetta e conservane qualcuna intera.

Fai rosolare, in una padella, il rosmarino e l’aglio con l’olio d’oliva, aggiungi le castagne, fai cuocere per qualche minuto e poi versa anche il riso. Di volta in volta, aggiungi qualche mestolo di acqua di cottura delle castagne o, in alternativa il brodo vegetale. A fine cottura, secondo i tuoi gusti, aggiungi il formaggio grattugiato, un pizzico di pepe nero e il prezzemolo tritato. Decora con le castagne intere che hai conservato.

Zuppa di zucche e castagne

Ti serviranno per 4 persone: 500 gr di polpa di zucca, 300 gr di castagne fresche, 2 scalogni, 1 spicchio d’aglio, erbe aromatiche (rosmarino e salvia), un filo d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe, un pizzico di noce moscata, un pizzico di curcuma.

Incidi le castagne e falle cuocere in acqua con un cucchiaio di sale grosso e un rametto di rosmarino.

Una volta pronte, sbucciale e tienile da parte.

Trita gli scalogni e l’aglio e falli rinvenire in una pentola insieme a due tre foglioline di salvia, con l’olio.

Aggiungi la zucca tagliata a dadini, fai insaporire il tutto per qualche minuto, copri a filo con dell’acqua (o brodo vegetale) e lascia cuocere per 15 minuti.

Aggiungi le castagne (lasciandone da parte qualcuna per la decorazione), cuoci ancora qualche minuto, togli dal fuoco e frulla il tutto in modo da ottenere un composto omogeneizzato, aggiusta di sale, pepe e noce moscata (o curcuma secondo i tuoi gusti) e riscalda nuovamente.

Servi la zuppa in ciotole, aggiungi le castagne tenute da parte, sbriciolandole.

Polpettine di castagne vegetariane

Ti serviranno per 4 persone: 300 gr castagne, 300 gr ricotta, 4 cucchiai grana, 1 ciuffo prezzemolo, sale qb.

Frulla al mixer le castagne lessate con tutti gli altri ingredienti. Forma delle polpette, disponile su una placca foderata di carta da forno e cuocile in forno già caldo a 200 °C per 10-15 minuti, girandole a metà cottura.

Insalata verde con castagne e mandorle croccanti

Ti serviranno: Insalata verde mista, 25 castagne arrostite, 5 albicocche secche, mezzo finocchio, 1 mela renetta, 50 gr di mandorle, un mazzetto di aneto ed erba cipollina, olio Evo, succo di limone, sale e pepe, 2 fette di pane bianco o integrale a fette.

Taglia a dadini le albicocche secche, a fettine sottilissime il finocchio e la mela. Taglia invece grossolanamente le castagne arrostite e le mandorle, infine trita le erbe aromatiche. In una ciotola versa l’insalata, e tutti gli ingredienti che hai tagliato. Prima di condirla taglia a dadini il pane e fallo saltare in padella con un filo di olio e uno spicchio di aglio. Quando i dadini saranno dorati e croccanti toglili dal fuoco. Condisci con filo di olio, il succo di mezzo limone, sale e pepe e infine aggiungi i dadini di pane.

Tartufi di castagne

Ti serviranno per 10 tartufi: castagne 220 gr, zucchero 50 gr, burro 15 gr, latte q.b., cioccolato fondente 80 gr, cocco rapè q.b., granella di nocciole q.b., zucchero a velo q b

Incidi le castagne e lessale in acqua fino a quando la polpa interna risulti morbida. Una volta pronte, schiacciale con lo schiaccia patate, mettile in un recipiente adatto per la cottura a bagnomaria e unisci lo zucchero, il burro e il latte. L’impasto dovrà raggiungere la giusta consistenza per essere lavorato quindi regolati con il latte e considera che una volta raffreddato si rassoderà.

Amalgama bene gli ingredienti e fai riposare in frigorifero per almeno 20 minuti. Riprendi l’impasto e aiutandoti con dello zucchero a velo nelle mani forma delle palline nelle quali inserire una nocciola intera. Versa all’interno di contenitori separati il cioccolato fuso, la granella di nocciole e il cocco rapè. Passa le palline ottenute prima nel cioccolato fuso e successivamente nel cocco rapè o nella granella di nocciole, a vostro piacere.

Metti i tartufi di castagne in piccoli pirottini di carta e prima di servire, lascia solidificare il cioccolato.

Io corro a procurarmi le castagne …e voi?