Menu Chiudi

Cosa fare con le spezie scadute

L’inverno è la stagione delle spezie e alcune sono tipiche del periodo natalizio, i loro profumi sprigionano dalle cucine e invadono tutta la casa facendoci vivere emozioni che ci riportano all’infanzia. Con le spezie che profumano di Natale si preparano dolci buonissimi come i biscotti o gli omini di pan di zenzero da appendere all’albero o le casette, piuttosto impegnative ma di grande effetto. Le spezie che utilizziamo di più in questo periodo sono: l’anice stellato, il cardamomo, lo zenzero, la cannella, i chiodi di garofano, la vaniglia, il coriandolo.

Faccio riferimento a queste perché sono quelle che nella quotidianità si usano meno e una volta acquistate per la preparazione di una specifica ricetta poi rimangono inutilizzate nell’armadietto per un lungo periodo finché ci rendiamo conto che sono oltre la data di utilizzo consigliata. C’è anche da dire che le spezie si consumano in quantità moderata quindi può capitare di averne di scadute.

POSSIAMO ANCORA MANGIARLE?

Sappiamo che le normative europee impongono che tutti i prodotti confezionati debbano riportare una data di scadenza e che il consumatore debba così essere informato che quel prodotto è deperibile. Dopo tale data, alcuni prodotti possono diventare dannosi per la salute a causa della proliferazione di batteri mentre altri perdono solo le loro proprietà.

Per quanto riguarda le spezie non ci sono pericoli per la salute, l’unico vero problema è che le loro qualità non sono più garantite al 100 per cento perciò dopo un lungo periodo perdono il loro sapore e odore caratteristico e non serviranno più per condire o insaporire i nostri piatti.

Teniamo comunque come regola generale che le spezie macinate durano un anno e quelle intere circa due e ricordiamoci che la conservazione è sempre importante. I prodotti devono essere ben sigillati e conservati in luoghi lontani da fonte di calore e dalla luce quindi non mettiamoli accanto alle finestre o troppo vicini ai fornelli o sopra la lavastoviglie. Le spezie rosse come paprika e peperoncino si possono anche conservare in frigorifero in modo da preservarne freschezza e profumo.

QUINDI, COSA DOBBIAMO FARE?

Non sprechiamole perché ci possono riservare ancora qualche sorpresa e tanti usi alternativi davvero imprevedibili !!!

Ecco qualche spunto per riutilizzarle.

Per la pulizia e la profumazione dei tappeti cospargendo sulla loro superficie, in piccole quantità, quelle più adatte che sono: cannella, timo, noce moscata, chiodi di garofano in polvere, zenzero e rosmarino lasciandole agire per qualche minuto. Trascorso il tempo necessario, basta sbattere i tappeti o passare l’aspirapolvere.

Le vecchie spezie sono anche ottimi insetticidi, allontanano dalla casa vari insetti, soprattutto le formiche. Bisogna utilizzare quelle dall’aroma più forte come peperoncino, origano, menta piperita e salvia e cospargerle sui davanzali delle finestre o nei punti di passaggio degli insetti. Si possono utilizzare anche per proteggere l’orto o il giardino da insetti nocivi per le piante o piccoli animali come topolini o talpe. Non amano l’odore delle spezie tipo paprica, peperoncino o pepe di Cayenna perciò staranno lontani.

Se amate fare il sapone in casa, le spezie sono degli ingredienti perfetti da aggiungere. Si possono unire nella preparazione con il metodo a freddo, oppure utilizzarle per ottenere degli infusi da usare in sostituzione dell’acqua. Tra le migliori da impiegare, cannella, salvia e rosmarino mentre con la curcuma è possibile colorare il sapone di giallo.

SI POSSONO USARE ANCHE PER IL BUCATO!

Ebbene si, il rosmarino è perfetto durante l’ammollo per eliminare i cattivi odori, soprattutto quelli di sudore mentre il pepe nero aiuta a mantenere i colori vivaci e ne rallenta lo sbiadimento, potete aggiungerne un cucchiaio o due durante il lavaggio in lavatrice.

Le spezie sono molto adatte per colorare e aromatizzare le candele fatte in casa. Vanno benissimo la cannella, la curcuma, i chiodi di garofano in polvere, le bacche di vaniglia in polvere, o qualsiasi spezia di cui apprezziate il profumo. Aggiungetene un cucchiaino alla volta durante la lavorazione delle candele, quando scioglierete la cera.

La maggior parte delle spezie è in grado di assorbire e di combattere i cattivi odori perciò potete preparare dei sacchettini da riporre negli armadi, nei cassetti, nelle scarpiere o nelle dispense. Quelle migliori per questa operazione sono cannella, chiodi di garofano, noce moscata o pepe nero in grani.

Se avete delle foglie di melissa, sappiate che sono perfette per pulire i vetri. Dovete preparare un infuso e una volta freddo mescolarlo all’aceto, per esempio 400 ml di infuso con 200 ml di aceto, e mettere il tutto in uno spruzzino.

E’ possibile creare un esfoliante per il corpo semplicemente utilizzando le spezie dalla consistenza granulare unendo semplici ingredienti come l’olio extra vergine di oliva e del sale fino così da ottenere anche un prodotto idratante. Potete scegliere tra tante combinazioni tra ingredienti e spezie, dopodiché passare lo scrub delicatamente con movimenti circolari sulla pelle detersa.

Spero di avervi dato delle buone idee….voi ne avete altre?