Menu Chiudi

Il basilico

Il basilico è una pianta originaria dell’India, coltivata in tutto il mondo. E’ alta da 20 a 50 cm, ha foglie molto fitte di un bel verde smagliante, i fiori  bianco-rosa che si schiudono da maggio ad agosto. Il fogliame è molto aromatico e questo aroma varia a seconda della varietà.

Appartiene alla stessa famiglia della menta e il suo nome scientifico è Ocymum basilicum. È una pianta annuale, germoglia a primavera, durante i mesi più caldi è rigogliosa, mentre tende ad avvizzire da ottobre – novembre fino al mese di febbraio. Quindi cresce tutto l’anno, ma predilige i mesi estivi.

Balcone o orto?

E’ facile da coltivare sul balcone o in giardino, basta rispettare alcune semplici regole:


• la posizione deve essere soleggiata, ma allo stesso tempo riparata dai venti,
• le annaffiature devono essere abbondanti, ma è necessario attendere che tra una e l’altra il terreno sia quasi asciutto,
• le infiorescenze vanno tagliate in modo che la pianta continui a produrre foglie per tutta la stagione
• se la coltivate nell’orto si presta ad essere piantata insieme a pomodori e cetrioli.

Lo si trova fresco in molti supermercati, surgelato, essiccato – in questo caso le sue proprietà si perdono un po’, soprattutto le vitamine – oppure sotto forma di olio essenziale – ottimo per in caso di problemi respiratori, acne, indigestione e flatulenza.

Le varietà

Parlando di basilico è inevitabile che venga in mente quello genovese, ma non è l’unica varietà! Ce ne sono diverse: mediterranee e asiatiche, vediamole insieme.

VARIETÀ MEDITERRANEE

• il basilico genovese, il più conosciuto, una vera istituzione della cucina italiana! Meglio consumato fresco, si coltiva in tutta la Liguria, ma la località protagonista è Pra, quartiere di Genova ponente,

• il basilico comune, dal profumo intenso e foglie grandi,

• il basilico greco, dall’aspetto così particolare da renderlo adatto anche ad un giardino ornamentale! Forma infatti un cespuglio dalla forma sferica, le foglie sono piccole, compatte e molto decorative. Questo basilico “a palla” conserva il profumo caratteristico della sua specie, è solo più delicato rispetto alla varietà ligure,

• il basilico viola, una varietà che fa eccezione per il suo colore violetto! Profumo e sapore sono molto simili al classico basilico, per cui può essere utilizzato allo stesso modo,

• il basilico menta, che ricorda l’aroma rinfrescante della menta…esiste anche una varietà di menta che sa di basilico, pazzesco vero?!

• il basilico artico o basilico di montagna che, come suggerisce il nome, ha la caratteristica di tollerare il freddo. Resiste infatti fino a 10-12 gradi e per questo può avere un periodo di coltivazione più lungo. È l’ideale per i coltivatori senza pollice verde, perché si difende molto bene dalle malattie.

VARIETÀ ASIATICHE

• il basilico limone, dalle foglie minute dal gusto d’agrumi. Ha una buona resistenza al freddo. Oltre a mantenere il tipico profumo del basilico, aggiunge delle note che ricordano il limone e per questo si presta molto bene ad insaporire piatti a base di pesce ed è un ottimo ingrediente per i liquori,

• il basilico thailandese, dolce, dall’aroma speziato che ricorda la liquirizia,

• il basilico sacro, piccante, forte e più gradevole cotto che crudo.

Le proprietà del basilico

Il basilico ha notevoli proprietà nutritive grazie al contenuto di minerali e vitamine: manganese, rame, calcio, ferro, acido folico, vitamina K, vitamina C, acidi grassi omega 3.

Recenti studi hanno provato che, i benefici per la salute più caratteristici del basilico, sono presenti negli oli volatili e nei flavonoidi.  Quest’ultimi aiutano a proteggere la struttura delle cellule dai danni delle radiazioni e dai radicali liberi. Altre ricerche hanno evidenziato le proprietà antibatteriche degli oli volatili del basilico e la loro validità nel ridurre la crescita di innumerevoli batteri tra cui: Listeria, Stafilococco aureo, Escherichia coli, e Yersinia enterocolitica.

Il basilico è un’ottima fonte di vitamina A, grazie alla sua alta concentrazione  di betacarotene, un potente antiossidante in grado di proteggere le cellule epiteliali dai danni dei radicali liberi e prevenire l’azione ossidante sul colesterolo. Il colesterolo infatti, forma le placche nei vasi sanguigni solo una volta ossidato favorendo malattie cardiovascolari e aterosclerosi. Quindi, siate generosi nell’aggiungere una porzione di basilico nei vostri sughi o nelle vostre pietanze!

Aiuta anche in caso di asma, osteoartrite e artrite reumatoide. Essendo un’ottima fonte di magnesio, è utile per la circolazione e per i muscoli. Ha un un indice glicemico basso pertanto può essere aggiunto alle pietanze anche in caso di Diabete, Indulino Resistenza e Obesità.

E ora…3 ricettine per te!

INSALATA RICCA CON CREMA AL BASILICO

Per quattro persone ti serviranno: 80 gr di soncino, 80 gr di insalata riccia, 50 gr di carota, 30 gr di rapanelli, 30 gr di cipollotti, 20 gr di olive nere, 50 gr di basilico, un cucchiaio di parmigiano, olio extravergine d’oliva, sale, pepe bianco in grani.

Lava e centrifuga il soncino e l’insalata riccia, raccogli il tutto in una bella ciotola piuttosto capiente. Aggiungi i rapanelli ridotti a lamelle sottili, la carota a nastri altrettanto sottili, i cipollotti a julienne e le olive nere tritate. Prepara la salsina frullando, a bassa velocità e per circa un minuto, il basilico con il parmigiano, un filo d’olio, un pizzico di sale e pepe macinato al momento. Mescola bene…sentirai che bontà!

INSALATA CON MANGO MARINATO E BASILICO

Per quattro persone ti serviranno: 400 gr di polpa di mango, 200 gr di lattughini misti, 40 gr di olio extravergine d’oliva, 10 foglie di basilico, un cucchiaio di succo di limone, sale, pepe bianco.

Inizia col tagliare il mango a dadini e fallo marinare per 30′ con il basilico tagliato a filetti, l’olio, il limone e una macinata di pepe bianco. Lava i lattughini, scolali, asciugali e mescolali al mango conservando il liquido della marinata. Condisci l’insalata con la marinata del mango, salandola con moderazione.

ZUCCHINE, TACCOLE, CIPOLLE CON PISTACCHIO E BASILICO

Per quattro persone ti serviranno: 250 gr di zucchine, 250 gr di taccole, 250 gr di cipolline, 60 gr di pistacchi sgusciati e pelati, 60 gr di mollica di pane bianco, 25 gr di basilico, sale, olio extravergine di oliva.

Lava le zucchine e tagliale per il lungo. Lava le cipolline e tagliale a pezzi. Sbollenta cipolline e taccole in abbondante acqua salata per 1 minuto. Scolale e falle raffreddare in acqua ghiacciata. Mescola tutte le verdure e condiscile con olio e sale. Disponi tutto su una teglia rivestita con carta da forno. Frulla i pistacchi con la mollica e il basilico, quindi distribuisci il composto ottenuto sulle verdure. Inforna a 180°C per 18-20 minuti.

Cosa aspetti, corri a comprare una piantina di basilico!