Menu Chiudi

Ogni stagione, la sua vellutata

E’ Primavera ma fa ancora piuttosto freddo quindi cosa c’è di meglio di una vellutata morbida e cremosa, da consumare calda al punto giusto?

La vellutata è un primo piatto salutare, facile da preparare, sfizioso da gustare e soprattutto adatto a tutte le stagioni, caldo nel periodo invernale e freddo nel periodo estivo.

La vera vellutata

Non tutti sanno che la vellutata è una salsa base che si ottiene con una miscela di burro e farina, che in francese viene chiamata “roux” e che è la stessa della besciamella, alla quale si aggiunge del brodo vegetale o di carne fino a raggiungere la consistenza ideale, il roux infatti serve da addensante.

A questo si aggiungono degli ortaggi, di solito non più di due. Esistono accoppiate tradizionali come patate-porri, zucchine-patate, carote-patate, tutti si uniscono al roux una volta ridotti in purea.

Versione leggera

Questa che ti ho appena spiegato è la versione originale ma non propriamente light, quindi voglio proportene una altrettanto buona e gustosa, seppur più leggera.

Innanzitutto ricordati di scegliere verdure di stagione, se possibile biologiche: ogni periodo ha le sue primizie.

Verdure invernali che si prestano molto bene sono broccoli, cavolo nero, carote, porri, zucca, cavolfiore anche in abbinamento a spezie come il curry, lo zafferano, la cannella o legumi come i ceci o erbe aromatiche come il prezzemolo o il rosmarino.

Nel periodo primaverile puoi scegliere tra spinaci freschi, zucchine, lattuga, piselli, asparagi, carote e zenzero. Tutti questi ortaggi danno alla vellutata un bellissimo colore, che la rende ancora più invitante.

Tieni anche conto che alcune verdure contengono molta acqua quindi, se vuoi che la tua vellutata sia cremosa, aggiungi le patate: il loro amido la addenserà senza alterarne il gusto! In alternativa puoi anche usare farine di legumi o di cereali come il riso o l’avena, facendo attenzione a non esagerare con la quantità per non renderla troppo densa.

Un accorgimento importante è quello di cuocere i legumi a parte e di aggiungerli dopo nella vellutata, per accorciare i tempi di cottura. Puoi anche preparare un brodo vegetale o di carne ma se le verdure sono di prima scelta non sarà necessario: va benissimo anche acqua, che dovrà coprire a filo gli ingredienti.

Non prolungare la cottura oltre i 15/20 minuti dal bollore, perchè così le verdure mantengano il proprio colore naturale e buona parte dei nutrienti. Evita anche di coprire la pentola con il coperchio.

Una volta cotta passa il tutto col frullatore. Quello ad immersione va benissimo ed è molto pratico, ma se vuoi essere sicura di ottenere un composto omogeneo e senza grumi, puoi passarlo anche con l’aiuto di un colino a maglie fitte. Alla fine regola di sale e spezie: puoi aggiungere curry, peperoncino e tutte quelle di tuo gusto!

Per un effetto ancora più gustoso, puoi completare la vellutata con dei crostini di pane tostato, frutta secca tostata, semi oleosi tostati, bacon croccante: sbizzarrisciti per creare un contrasto di sapori!

Anche la temperatura è fondamentale, perché la vellutata non va servita bollente ma una via di mezzo nel periodo freddo e a temperatura ambiente nel periodo più caldo.

Questo è il procedimento base a cui devi fare riferimento, per il resto puoi liberare la fantasia e personalizzare le tue vellutate secondo i tuoi gusti.

Due ricette per te!

Per qualche suggerimento in più, condivido con te due ricette: una leggera e una estiva.

VELLUTATA DI ZUCCHINE E PORRI

Questa è una ricetta a basso contenuto calorico e adatta a favorire la diuresi.

Ti serviranno: 600 g di zucchine, 1 porro grande, 1 patata, acqua q.b., 1 ciuffo di prezzemolo fresco, curry o curcuma (a piacere), 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

Lava e taglia a piccoli pezzi le verdure, mettile in una pentola, aggiungi il prezzemolo, versa l’acqua fino a coprire le verdure e porta a ebollizione. Dal bollore fai cuocere 20 minuti, aggiungi l’olio e frulla con il frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungi, se lo gradisci, curry e curcuma.

VELLUTATA DI PISELLI

Ti serviranno: 700 g di piselli freschi già puliti, 2 scalogni, olio extravergine di oliva, 60 g di basilico tritato, sale, pepe, sesamo nero per guarnire

Affetta gli scalogni e falli appassire in una casseruola con l’olio, aggiungi i piselli, lascia insaporire per qualche minuto e aggiungi l’acqua coprendo a filo gli ingredienti, aggiusta di sale e pepe. Fai cuocere 20 minuti dal bollore. Spegni, aggiungi il basilico e frulla il tutto. Spolvera con il sesamo e se vuoi, aggiungi dei crostini di pane integrale tostato e se proprio vuoi esagerare, aggiungi del formaggio morbido tipo il tomino di capra.

Quale ricetta ti ispira di più?