Menu Chiudi

Ricette con il Gomasio

Il gomasio, un’ottima alternativa all’uso del sale e un condimento in grado di esaltare i sapori di molti piatti dandogli un gusto più particolare.

In cucina, si usa in molte preparazioni ma vi ricordo di usarlo crudo e nei piatti caldi tipo zuppe o minestroni di aggiungerlo a fine cottura, questo affinché le sue proprietà rimangano intatte.

Per ottenere il massimo dei benefici per la salute, è molto importante anche la scelta del sale e quello più adatto è senza dubbio, un buon sale marino integrale. Il sale viene spesso demonizzato ma è bene precisare che è giusto quando ci si riferisce al sale da cucina e cioè il classico cloruro di sodio che viene messo sul mercato impoverito di 80 e più elementi, praticamente così com’è non esiste in natura.

Al contrario, il sale marino integrale contiene anche potassio, magnesio, calcio, iodio e altri componenti.

Per quanto riguarda il sesamo, invece, noi siamo abituati a vedere quello bianco, sia nei supermercati che sui prodotti tipo il pane o i grissini, ma il gomasio si può fare anche con il sesamo nero che però è un po’ più difficile da reperire.

QUALE E’ LA DIFFERENZA?

Quella principale è il sapore, quello del sesamo nero è più intenso e deciso. Viene utilizzato molto nella cucina giapponese, cinese e greca soprattutto nella preparazione di zuppe e piatti a base di riso.

Dal punto di vista nutrizionale, il sesamo nero è più ricco di antiossidanti, caratteristica che si evince dalla colorazione più scura mentre per quanto riguarda le calorie e gli altri nutrienti sono praticamente identici. Non differiscono molto nemmeno nel prezzo.

Ora vorrei condividere con voi alcune ricette dove è presente questo gustoso condimento e dalle quali potrete prendere spunto per poi sbizzarrirvi secondo i vostri gusti e la vostra fantasia.

Recipe Time!

CIPOLLE RIPIENE

Ti serviranno: 200 gr di tofu o se non sei vegana/o, di ricotta, 3 cipolle di medie dimensioni, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, 20 olive verdi, 1 cucchiaino di amido di mais se necessario, pepe bianco, origano essiccato, gomasio qb.

Sbuccia e lava le cipolle, tagliale a metà e cuocile a vapore per pochi minuti, devono essere ancora croccanti. Fai intiepidire le cipolle e con delicatezza estrai la parte centrale lasciando due strati esterni. Frulla i pezzi di cipolla avanzati con il tofu o la ricotta, le olive e versa il composto in una casseruola antiaderente, aggiungi il concentrato di pomodoro, insaporisci con il pepe e l’origano e a fiamma moderata fai asciugare per qualche minuto, puoi aggiungere una minima quantità di sale. Se vedi che il composto è troppo morbido, unisci l’amido di mais e fallo cuocere ancora per qualche minuto per ottenere maggior compattezza. Riempi le sei mezze cipolle con il ripieno, adagiale su una teglia, versa un cucchiaio di acqua sul fondo, coprile con un foglio di alluminio e inforna a 190 gradi per 15 minuti. Trascorso il tempo, togli l’alluminio e prosegui la cottura ancora per 10 minuti finché la superficie delle cipolle risulterà dorata dopodiché spolverizza con il gomasio.

MUFFINS SALATI CON ZUCCHINE

Ti serviranno: 180 gr di farina di grano saraceno, 120 gr di farina di mais fioretto, 20 gr di farina di semi di lino, il succo di un limone e la scorza grattugiata di mezzo limone, 2 zucchine (circa 300 gr), 1 pomodoro (circa 130 gr), 1 bustina di cremor tartaro, la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio, 1 vasetto di yogurt naturale, 2 cm circa di zenzero fresco, 25/30 foglie di basilico, 300 ml circa di acqua gasata, gomasio a piacere.

Metti nel boccale del frullatore ad immersione lo yogurt, il basilico, il succo del limone e lo zenzero, frulla fino ad ottenere una crema fluida ed omogenea. In una ciotola piuttosto grande miscela le farine, aggiungi la scorza del limone, le zucchine grattugiate a scaglie, il pomodoro tagliato a cubetti privato della polpa e dei semi. Amalgama e unisci la crema di basilico e yogurt. Aggiungi l’acqua poca alla volta e cerca di ottenere un composto morbido e piuttosto colloso. A questo punto unisci il cremor tartaro e il bicarbonato di sodio e mescola con cura. Metti il composto negli stampini da muffin e inforna a 190 gradi per 15 minuti, puoi usare anche la friggitrice ad aria a 200 gradi per 13 minuti. In entrambi i casi, l’interno deve risultare umido.

INVOLTINI DI AFFETTATO DI TACCHINO

Ti serviranno: 6 fette (120 g) di fesa di tacchino, qualche filo di erba cipollina, qualche foglia di basilico, qualche foglia di insalata lattuga, 20 g di gomasio, 200 g di ricotta fresca.

Per la salsa di accompagnamento: 125 g di yogurt magro, 1 cucchiaino di senape, qualche foglia di menta, sale qb.

In una ciotola, mescola la ricotta con il gomasio ed il basilico tritato. Stendi una foglia d’insalata su una fetta sottile di fesa cotta di tacchino e unisci una striscia di ricotta aromatizzata. Arrotola la fetta e chiudi l’involtino con un filo di erba cipollina. Continua così fino ad esaurire tutte le fette di tacchino. Prepara la salsa frullando gli ingredienti in un frullatore ad immersione che userai per accompagnare questi gustosissimi involtini.

Anche questa volta è stato bello condividere con voi alcune ricette, mi auguro possiate prendere spunto per poi sbizzarrirvi secondo i vostri gusti e la vostra fantasia.