PREPARIAMO AL NATALE, TI VA ? - BLOG - UNA NUTRIZIONISTA PER AMICA

Vai ai contenuti

Menu principale:

PREPARIAMO AL NATALE, TI VA ?

Pubblicato da in DIMAGRIMENTO ·
\n\n
Sei spaventato all'idea del pranzo di\nNatale?
\n\n
Credo lo siano tutti. La paura deriva dal\nfatto che le occasioni di sgarro iniziano settimane prima e continuano per\ntutto il periodo delle feste. Il problema principale però è che il nostro\npalato si abitua a sapori gustosi e quindi ce li chiede anche nel periodo\nsuccessivo. Tra le altre cose dopo Natale le case pullulano di panettoni o\npandori, torrone e dolci vari.
\n\n
E' davvero difficile resistere.
\n\n
Infatti non ti dirrò di farlo, anzi.
\n\n
Non avrebbe granchè senso. Piuttosto è\nmeglio cercare di capire come gestire al meglio questo periodo e quello\nimmediatamente successivo. Tutti sono spaventati da questa ricorrenza, ma di\nfatto è più gestibile di quanto sembri.
\n\n
Vediamo allora come fare.
\n\n
1) cerca di compensare ogni volta che puoi:
\n\n
se sai già che sarai fuori a cena e non sai\nesattamente cosa mangerai, evita i carboidrati a pranzo, mangiando un secondo\nin abbondanza con verdura.
\n\n
In questo modo, alla sera potrai concederti\nqualcosa in più, anche un primo piatto.
\n\n
Certo l'ideale sarebbe non mescolare primo\npiatto, pane, patate, vino e dolce, ma scegliere uno di questi ed abbinarlo ad\nun secondo con verdura.
\n\n
Poichè in queste feste è un po'\nutopistico pensare di riuscire a farlo,
\n\n
è meglio pensare piuttosto di compensare\nanche il giorno dopo.
\n\n
Quindi evitare i carboidrati sia al\npranzo che alla cena del giorno successivo.
\n\n
2) se vuoi un dolcetto, abbinalo ad un\npasto privo di carboidrati:
\n\n
Come dicevo, questo periodo è difficile\nanche per tutti i dolci che girano per casa. Le tentazioni sono quindi diverse\ne frequenti. Se hai voglia di concederti un dolce (una fetta di panettone, di\npandoro,...), piuttosto non mangiare carboidrati. Intendo proprio un dolcetto a\nfine pasto: ecco in questo caso la cosa migliore è evitare la pasta, il pane,\nle patate, il vino,...così da poter concludere il tuo pasto, a base di secondo\ne verdura, con una fetta di dolce.
\n\n
Ovvio che l'ideale sarebbe non farlo\ntutti i giorni, ma nel periodo Natale queste scelte sono quasi\nobbligate quindi, almeno quando sei a casa tua, metti in atto questa\npiccola manovra preventiva.
\n\n
3) eccedi una volta per bene, piuttosto che\nun pochino ogni giorno:
\n\n
Ti sembrerà strano, ma fa più danno un\npiccolo sgarro ogni giorno che non uno grosso una sola volta a settimana:\nè proprio questo che fa di questo periodo il più pericoloso per la forma\nfisica!
\n\n
Non intendo una giornata intera di vizi o\nun pasto intero. Intendo proprio un'eccedenza di zuccheri, in un solo pasto: è\nmeno dannosa se non è la normalità.
\n\n
Se nell'arco di una settimana mangi un\ncioccolatino ogni giorno, fai più danni che mangiare una scatola intera in una\nvolta sola.
\n\n
Nel primo caso l'eccesso regolare e\nfrequente, innesca un meccanismo di accumulo, che non si attiva quando questo\nsgarro avviene una sola volta ogni tanto.
\n\n
Certo questo discorso sarà più\nimportante e fattibile dopo le feste, per favorire il distacco da questi\nstravizi. Durante non sarà sempre applicabile, perchè le festività sono\nconsecutive l'una all'altra.
\n\n
Infatti, durante le feste sarà più facile\nmettere in pratica il punto 1 ed il 2, mentre dopo sarà fondamentale mettere in\npratica il 3 ed il 4, che stai per leggere.
\n\n
4) privati poco alla volta
\n\n
Eh si, se ti restano in casa un po' di\ndolci, non pensare di buttarli perchè è un insulto alla povertà,\nma consumali con moderazione.
\n\n
Durante le festività avrai cercato di\nmettere in pratica i miei consigli, a volte riuscendoci a volte meno (come ho\nscritto sopra, queste feste non rendono le cose semplici), ma una volta\nfinite dovrai per forza fare attenzione, altrimenti svilupperai una dipendenza\nda zuccheri che potrà essere deleterea per la tua salute e forma fisica.
\n\n
Quindi, evita di mangiare una fetta di\npandoro ogni giorno, soprattutto evitala a cena.
\n\n
Riserva questo tipo di alimento per la\ncolazione, insieme ad una tazza di latte o uno yogurt bianco (senza zuccheri)\ned una manciata di frutta secca o  come dolcetto a fine pasto (senza però\nmangiare carboidrati, come ti ho spiegato prima) oppure come merenda.
\n\n
Evita però di farlo tutti i giorni, in più\npasti della giornata o sempre allo stesso pasto. Per esempio, nell'arco della\nsettimana potresti mangiare una fetta di panettone alla colazione del Lunedì e\npoi mangiare una fetta di pandoro dopo il pranzo del Giovedì.
\n\n
\n\n
In questo modo non mangi dolci tutti i\ngiorni, non li assumi in giorni consecutivi ed allo stesso pasto della giornata\n(cioè sempre a colazione o sempre a pranzo).
\n\n
E' un piccolo trucco\nper disabituare il palato poco alla volta e per non abituare il\ncervello a ricevere un alimento dolce in un particolare momento della giornata.
\n\n
E' molto facile infatti, dopo le festività\nnatalizie, sviluppare un'abitudine all'assunzione di dolci, oltre che una\ndipendenza da zuccheri.
\n\n
Questi sono i miei consigli per affrontare\nal meglio il Natale e tutti gli eccessi che questo comporta. Se dovessi avere\ndei dubbi o non fossi stata chiara nella mia spiegazione, non esitare a\ncontattarmi!


Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu